Caro Weekendiero, l’estate è finalmente arrivata e con essa la nostra voglia di scoprire luoghi meravigliosi ma… senza patire troppo il caldo! E allora perché non salire di quota per godersi un po’ di fresco? In questo articolo ti do 5 idee per trekking in Lombardia da dove ti puoi godere panorami mozzafiato, lontano dall’afa delle città!

Allora Weekendiero, hai già preparato gli scarponcini da trekking?          

Trekking in Lombardia: la provincia di Lecco

Le montagne che circondano il lago di Como sono perfette per dei trekking facili e molto panoramici! Nelle giornate limpide le zone intorno a Lecco sono un vero spettacolo, ma anche quando il tempo non è dei migliori possono regalare scenari davvero suggestivi. Non dimenticare la macchina fotografica!

Monte Barro

Livello di difficoltà: facile

Il Monte Barro è la meta perfetta per trekking semplici ma che danno sempre grandi soddisfazioni. All’interno del Parco del Monte Barro è possibile percorrere fino a tredici diversi sentieri. Trovi tutte le indicazioni per scegliere il tuo preferito sul sito ufficiale!

Personalmente ti consiglio di partire da Galbiate per poter vedere anche la Chiesa incompiuta di San Michele, e di non perderti nemmeno il Parco Archeologico e l’Eremo!

Trekking in Lombardia
Il Parco Archeologico del Monte Barro

Dal Monte Barro sono visibili le montagne che fanno da anfiteatro attorno al Lago di Como, e inoltre si possono ammirare i laghi di Garlate, di Annone e di Pusiano.

Trekking sul Resegone

Livello di difficoltà: medio/difficile

Hai presente l’incipit dei Promessi Sposi? “Quel ramo del lago di Como, che volge a mezzogiorno…”. Ebbene, se prosegui nella lettura del romanzo di Manzoni, troverai le seguenti parole: “La costiera, formata dal deposito di tre grossi torrenti, scende appoggiata a due monti contigui, l’uno detto di San Martino, l’altro, con voce lombarda, il Resegone, dai molti suoi cocuzzoli in fila, che in vero lo fanno somigliare a una sega”

Trekking in Lombardia
Il panorama dal Resegone

Direi che non c’è presentazione migliore per il Resegone, forse la montagna più iconica della zona. Anche qui, le possibilità di trekking sono davvero tante. Il modo più semplice di arrivare in vetta è salendo da Brumano, sul versante bergamasco. Altrimenti si può scegliere uno dei sentieri che partono dai Piani d’Erna, raggiungibili con la funivia da Lecco.

Per i più allenati e temerari, c’è anche la possibilità di prendere il sentiero delle creste. La meta finale sul Resegone è il Rifugio Azzoni, in posizione davvero super panoramica! Da un lato il lago, dall’altro la Valle Imagna e attorno le montagne…il paesaggio è davvero stupendo, ovunque ci si giri!

trekking Resegone
Il Rifugio Azzoni sulla vetta del Resegone

Panorami mozzafiato in provincia di Brescia

Montagne e laghi non mancano neanche qui: la provincia di Brescia è tutta da scoprire! Soprattutto nei luoghi meravigliosi che si trovano attorno al Lago d’Iseo, dove ci sono anche tantissime Big Bench. E cosa c’è di meglio di una panchina gigante per godersi il panorama?

La panchina gigante di Pilzone

Livello di difficoltà: facile

Un percorso molto facile, quasi una passeggiata: dal centro di Pilzone la salita è ripida ma non troppo lunga. Una volta arrivati in cima, la vista spazia sulle verdi montagne che si tuffano nel Lago d’Iseo e su Monte Isola, al centro dello specchio d’acqua. Uno spettacolo imperdibile.

Trekking Lombardia
La Panchina Gigante di Pilzone

Trekking in Lombardia in provincia di Bergamo

Inutile dirlo, sono di parte, ma secondo me le Orobie bergamasche sono tra le zone migliori dove fare trekking in Lombardia! I sentieri infatti sono sempre molto curati e ben segnalati, e i panorami sono davvero mozzafiato.

Diga del Gleno

Livello di difficoltà: facile

La Diga del Gleno è stata teatro di una grande tragedia negli anni Venti del Novecento, quando a causa di imperdonabili negligenze dei costruttori crollò portando alla distruzione di diversi paesi, che vennero travolti dal fango.

Escursione Diga del Gleno
Quello che resta della maestosa Diga del Gleno

I resti della diga sono ora meta di un trekking molto semplice e super panoramico che parte da Pianezza, in Val di Scalve. Nei mesi estivi c’è una navetta che ti può portare all’inizio del sentiero da Vilminore di Scalve, dove puoi parcheggiare comodamente.

Tranne per un piccolo chiosco, nei dintorni dei maestosi resti della Diga del Gleno la natura fa da padrona. Un luogo incontaminato e, nonostante la sua storia cupa, tra i più affascinanti della Val di Scalve.

Trekking in Lombardia ai Laghi Gemelli

Livello di difficoltà: difficile

I Laghi Gemelli sono due laghi artificiali raggiungibili da Carona, in alta Val Brembana. Il percorso non è dei più semplici, dura tre ore ha un dislivello di circa 800 metri, ma dopo un lungo tratto in mezzo ai boschi si apre sullo stupendo paesaggio dei laghi. Qui c’è anche un rifugio dove rifocillarsi con ottimi piatti e una meritatissima birra fresca!

Escursione Laghi Gemelli
Il paesaggio incantevole ai Laghi Gemelli

Un consiglio da local: il periodo migliore per raggiungere i Laghi Gemelli è l’autunno, quando le montagne si tingono delle mille sfumature calde che prendono le foglie degli alberi in questa stagione! È un vero spettacolo, credimi.

Se hai ancora un po’ di tempo ed energia dopo questo trekking, puoi prendere spunto dal mio articolo sulla Val Brembana ed esplorare altri luoghi vicini.

Weekendiero, spero di averti dato qualche idea interessante per i tuoi prossimi trekking in Lombardia. A presto con nuove idee ed itinerari per i tuoi weekend estivi!

La tua weekendiera Lisa

Ti è piaciuto questo articolo? Salvalo su Pinterest!

Escursioni lombarde