La settimana scorsa ho avuto il piacere di partecipare a un tour a Fidenza organizzato dal Comune e dallo IAT R di Casa Cremonini, l’ufficio di informazione turistica della città. . Ho passato 3 giorni veramente fantastici, tra natura, cammini e buon cibo. Ma d’altronde in Emilia Romagna come si fa a mangiare male?

La cosa che mi ha sorpreso è stato scoprire la moltitudine di esperienze e di posti che si possono visitare nei pressi di Fidenza. Se stai leggendo questo articolo credo che tu stia cercando ispirazione per il tuo prossimo weekend e ti voglio dire che sei proprio nel posto giusto.

Sto, infatti, per descriverti tutte le attività che ho sperimentato in modo che anche tu possa vivere il tuo weekend fidentino come un vero Weekendiero!

Cosa vedere a Fidenza in 3 giorni

alba del borgo

3 giorni a Fidenza sono sufficienti per vedere già tantissimi posti. Io ho avuto la fortuna di andarci durante un weekend di fine aprile caldo e soleggiato e devo dirti che è stato un gran vantaggio perché Fidenza è piena di verde e diverse sono le attività outdoor da fare.

Molto probabilmente pensavi che in questo articolo ti parlassi esclusivamente dell’Outlet di Fidenza, uno dei punti forti di questa città, ma non sarà così. Fidenza Village ormai è stra conosciuto e mi dispiace ma non sarà oggetto di discussione. Essendo una donna posso capire che una scappata per un paio di orette di shopping sono sempre ben accette, però in questo articolo vorrei concentrarmi sulle altre tipologie di attività da fare nel bellissimo territorio fidentino.

Centro storico: un borgo trasformato in città

fidenza

Fidenza è stata fondata dai romani nel II secolo avanti cristo. Nata come accampamento militare per poi diventare un borgo cittadino.

Dal VII/IX secolo dopo cristo fino al 1927 la città prese il nome di Borgo San Donnino, dato dal patrono della città e protettore dei pellegrini San Donnino che si celebra il 9 ottobre. Su San Donnino sono state create varie leggende ma si dice che fosse un funzionario dell’imperatore che visse nel III secolo dopo cristo.

Il mio consiglio è di goderti le prime ore del tuo arrivo scoprendo il centro città. Il tuo tour può iniziare proprio dall’ufficio del turismo IAT “Casa Cremonini” situato sotto la torre medievale, primo punto turistico da visitare.

Torre Medievale

La torre si trova in Piazza Grande e segue gli stessi orario dell’ufficio del turismo. Può essere visitata gratuitamente e bisogna salire circa 4 piani prima di arrivare alla cima.

La torre risale al 1.300 ed è l’unica di 4 rimasta intatta. Faceva parte della cinta muraria difensiva che controllava la città e consentiva l’accesso a chi arrivava dalla Via Emilia.

La torre è, inoltre, sede dell’Associazione Europea della Vie Francigene e proprio nel 2021 festeggerà i 20 anni. Dalla torre potrai vedere un bellissimo panorama sulla città e sul duomo, altro punto turistico assolutamente da non perdere.

Duomo di Fidenza: Cattedrale di San Donnino

fidenza

Rimasta Pieve fino al 1601, la Cattedrale di Fidenza è un vero capolavoro. All’esterno vari sono i personaggi che si incontrano raffigurati: pellegrini, testimoni di fede, la vita di San Donnino, figure dell’Antico e del Nuovo Testamento.

La facciata è stata realizzata da Benedetto Antelami, scultore del 1100 a cui si devono varie opere tra cui il bassorilievo con la Deposizione della Croce situato nel Duomo di Parma.

Se riesci visita anche l’interno della Cattedrale dove troverai le spoglie del patrono San Donnino.

Teatro Magnani: il teatro municipale di Fidenza

teatro fidenza

Teatro Magnani si trova in Piazza Verdi a pochi passi dal duomo. Il teatro, sorto dalla vecchia chiesa di San Francesco, inaugurò il 26 ottobre del 1861 con un’opera di Verdi “Il Trovatore”. Un vero gioiellino che tuttora ospita tantissimi concerti e spettacoli.

Se fossi in te (appena i teatri riapriranno) controllerei il calendario degli spettacoli. Non so te ma io adoro andare a Teatro e secondo me una serata qui vale la pena passarla.

Piccola curiosità: lo sapevi che nell’800 le luci a teatro si tenevano accese? Questo perché la gente andava a teatro non tanto per guardare lo spettacolo ma per “mossa” quindi per chiacchiere, per giocare a carte o per incontri di lavoro.

Camminata per le vie del centro

Una volta finita la visita della Torre, del Duomo e del Teatro ti consiglio di proseguire la tua visita verso Piazza Garibaldi, la piazza principale della città dove si trova il palazzo comunale del XIII secolo. Da qui parte Via Berenini dove potrai trovare negozi, bar, ristoranti.

Gli ultimi 2 edifici che ti consiglio di vedere/visitare sono:
Il Palazzo delle Orsoline, struttura del Settecento dove oggi ha sede la Biblioteca Civica, il Museo del Risorgimento Luigi Musini e il Museo dei Fossili.
Chiesa della Gran Madre di Dio, chiesa in origine dedicata alla Beata Vergine delle Grazie dello Stirone progettata nel 1707.

Via Francigena: la 19° tappa

Forse non lo sai ma a Fidenza arriva il 18° percorso della Via Francigena e parte il 19°.
Il 18° percorso va da Fiorenzuola a Fidenza ed è lungo circa 22km, mentre il 19° è lungo circa 34km parte da Fidenza e arriva a Fornovo di Taro.

Allo IAT di Fidenza potrai chiedere tutte le informazioni che vorrai e accreditarti per iniziare a intraprendere il cammino.

Se sei un’amante della natura, per il secondo giorno di tour ti suggerisco di percorrere un tratto della Via Francigena. Un cammino che ti consiglio di percorrere è quello tracciato anche sul sito di Terre di Verdi, il percorso 3 che parte da Cabriolo e vede come punti di interesse: la Pieve di Cabriolo e la Chiesa di Siccomonte.

Si tratta di un percorso ad anello dove per un tratto percorrerai il percorso 19° della Via Francigena. È lungo 10km con un dislivello di circa 150 metri, il tempo di percorrenza è di circa 3h e mezza a passo normale.

Il mio consiglio è quello di parcheggiare la macchina appena sotto la chiesa di San Tommaso Becket in modo da visitare anche quest’ultima che è veramente graziosa e da lì iniziare il tuo percorso a piedi.

La Via Francigena è segnata da cartelli bianchi e rossi (attenzione perché quelli bianchi e blu sono per le biciclette) quindi non potrai sbagliare. Ti lascio comunque il link del percorso in modo che tu possa seguirlo senza problemi.

Se invece vuoi dedicare 2 giorni alla Via Francigena puoi dividere il tuo weekend così:
– Il primo giorno fare 23 km da Fidenza a Medesano, partendo sempre dallo IAT in modo che ti possano dare tutte le informazioni necessarie.
– Il secondo giorno fare i restanti 11km da Medesano a Fornovo di Taro.

Parco dello Stirone con le E-Bike

Un’attività che ti consiglio di svolgere nel tempo che ti rimane il secondo giorno o, se non te la senti, direttamente il terzo giorno è addentrarti nel Parco dello Stirone a bordo di un’e-bike.

Il percorso che ho fatto io è il numero 8 segnato sempre sul sito di Terre di Verdi. Praticamente partendo sempre dal centro di Fidenza puoi seguire le indicazioni per l’inizio del parco per poi proseguire fino al MuMAB, il Museo Mare Antico e Biodiversità. Il percorso è di circa 15km e percorrerai dei sentieri sterrati ma anche asfaltati. È abbastanza facile, non ci sono saliscendi e in una mezz’oretta di bicicletta riuscirai a raggiungere il Museo.

Il Parco dello Stirone e del Piacenziano è un vero e proprio polmone verde a pochi passi dal centro città. Una vera fortuna per gli abitanti di Fidenza che hanno a disposizione un bellissimo parco con una flora e fauna davvero variegata.

Alcuni contatti utili per il tuo giro nel parco:
– Noleggio Bici: Service Auto di Bonzanini Riccarso, telefono 349 1002621, email bonzaninirent@gmail.com
– Guida ambientale escursionistica Alice Pessina, telefono 349 5433361, email alice.pessina86@gmail.com
– Educazione su 2 ruote di Xavier Lecarré, telefono 334 8979819, email info@lepetitvelo.org

MuMAB

Il Museo Mare Antico e Biodiversità si trova a San Nicomede precisamente nel podere Millepioppi e ci puoi arrivare in bici, a piedi o in macchina. Il biglietto di entrata adulti senza riduzioni costa 6€ e puoi prenotare la tua visita direttamente sul loro sito.

Il museo contiene fossili tra cui quelli di 3 balenottere (Giorgia, Beatrice e Matilde) trovate nei dintorni risalenti a 10 milioni di anni fa. Proprio qui, infatti, nell’antichità si trovava il mare e il museo ospita tutti i ritrovamenti marittimi e spiega il processo di evoluzione della Pianura Padana.

Merita assolutamente una visita guidata per capire tutta la storia e le curiosità legate al mondo della biodiversità.

Se oltre a Fidenza vuoi ampliare il tuo viaggio visitando le città vicine non puoi perderti la mia amata Reggio Emilia, altra città da vedere dell’Emilia Romagna!

Dove mangiare a Fidenza: ristoranti e osterie

A Fidenza avrai solo l’imbarazzo della scelta. Il cibo emiliano è veramente ottimo ed è difficile trovare un ristorante/osteria in cui mangiare male. Ti voglio però consigliare alcuni posti che ho provato personalmente e di cui posso assicurarti un’ottima qualità!

  • Osteria di Fornio: davvero adorabile! Sia il locale sia l’ospitalità sia il cibo sono eccellenti. Ho avuto il piacere di conoscere i titolari e di provare i loro buonissimi piatti e devo dire che è stata una bellissima esperienza. Ospitali e gentili mi hanno fatto assaggiare le delizie del territorio tra cui i tortelli, gli gnocchi e il loro buonissimo flan di asparagi, ovviamente tutto accompagnato dal tipico Lambrusco. La loro distesa, inoltre, è molto graziosa. Super consigliato!
  • Hosteria numero 1.000: Si trova in centro storico vicino al Duomo e anche qui ho mangiato super bene. Qui ho provato il loro antipasto tipico con affettati, salumi e formaggi e tutto è stato squisito. Durante il tuo tour in centro ti consiglio di fermarti in questo locale. Queste sono alcune delle golosità che ho mangiato 👇🏼
  • Latteria 55: Non si tratta in questo caso di un ristorante ma di un posto veramente local pieno di prodotti tipici da prendere e portare a casa o al sacco. Io ho preso il panino del pellegrino, un paninazzo enorme con dentro il buonissimo prosciutto di Parma. Oltre al panino ho provato anche i loro deliziosi tortellini dolci con dentro la marmellata. Una specialità del territorio tutta da provare.
  • Alba del Borgo: Un agriturismo meraviglioso di cui ti parlerò nel paragrafo successivo. Qui ti voglio descrivere il loro lato culinario davvero divino. Tutto il loro menù è ottimo e la scelta è veramente ampia. In una location circondata dalla natura potrai gustare i prodotti tipici accompagnati dai migliori vini del territorio. Se vuoi vivere una bella serata in campagna, questo è il posto giusto!

Dove dormire a Fidenza

Ho avuto la fortuna di soggiornare in un posto spettacolare. L’Agriturismo Alba del Borgo si trova nelle colline di Fidenza a circa 15 minuti di macchina dal centro città.

Un paradiso in terra, questo agriturismo ha davvero tutto:
– ristorante aperto sia a pranzo sia a cena
– camere standard, superior e suite
– una palestra ben attrezzata
– la spa con piscina coperta riscaldata, sauna e bagno turco
– un bellissimo parco immerso nelle colline

Soggiornando qui il tuo weekend fidentino diventerà indimenticabile. Io ho pernottato nella camere superior e ogni giorno mi svegliavo con questa vista.

I prezzi delle camere variano in base alla tipologia scelta, la superior (quella in cui ho dormito io) costa 140€ a camera a notte con colazione e accesso alla SPA incluso, quindi se siete in 2 verrà solo 70€ a persona.

Spero di averti invogliato a visitare Fidenza e il suo territorio. Per me è stato un weekend davvero emozionante e come sempre l’Italia ha saputo meravigliarmi.

Fammi sapere se passerai un weekend in queste zone e se seguirai i miei consigli. Mi puoi trovare anche su Instagram, Facebook, Tiktok!

Non devi assolutamente perderti anche il mio gruppo Facebook e la mia newsletter. Ogni settimana do tanti consigli riguardo a posti da visitare nel weekend!

A presto dalla tua Weekendiera Laura

Articolo scritto in collaborazione con Terre di Verdi

Ti è piaciuto questo articolo? Salvalo su Pinterest!