Vuoi scoprire un angolo di Francia che sembra uscito da una favola? Allora devi assolutamente conoscere la Dordogna (anche detta Perigord). Questo posto magico ha una storia che affonda le radici ai tempi dei Romani e oggi è famoso per due cose da non perdere: i vini deliziosi insieme a una cucina da leccarsi i baffi e la natura, tantissima natura, che tra foreste lussureggianti e attività all’aperto ti farà dimenticare lo stress.

Non solo è un paradiso per gli amanti della buona tavola e dell’avventura, ma la Dordogna è anche un tesoro di storia, con più monumenti e siti storici di ogni altro posto in Francia, quasi al pari di Parigi! Immagina di passeggiare tra villaggi medievali da sogno, esplorare oltre mille castelli e rilassarti in vallate che sembrano dipinte da un artista. Insomma, se cerchi un mix esplosivo di natura, storia e gastronomia, la Dordogna è proprio il posto che fa per te.  

Sono Laura, fondatrice dei Weekendieri, e voglio portarti con me in questo viaggio tra castelli e paesaggi fiabeschi. Non vedo l’ora di raccontarti di più su questo angolo incantato di Francia, seguimi!

Dordogna: la valle dei 1001 castelli

Hai mai sognato di passeggiare in una terra dove ogni angolo nasconde un castello da favola? Bene, la Dordogna è il posto che fa per te! Spesso chiamata la valle dei 1001 castelli, questa regione francese è un vero tesoro per chi, come me, adora le storie cavalleresche e i paesaggi che sembrano dipinti. Immagina torri che si ergono fieramente tra le nuvole, mura antiche che raccontano segreti del passato e giardini incantati dove il tempo sembra essersi fermato. Ogni castello ha la sua storia unica, pronta a essere scoperta. Fuga romantica? Avventura in famiglia? La Dordogna ti aspetta per mostrarti la magia dei suoi mille e uno castelli. Non puoi davvero dire di aver visto la Francia senza aver esplorato queste meraviglie!

Prima di partire ti consiglio sempre di affidarti a un’ottima assicurazione di viaggio per non avere pensieri: la mia è Heymondo e attivandola dal pulsante qui sotto hai uno sconto del 10%

Quali castelli visitare in un weekend in Dordogna

Nel mio viaggio in Dordogna ho visitato diversi castelli e non vedo l’ora di raccontarteli! Sono perfetti da visitare in un weekend dedicato al relax e alla voglia di immergersi in avventure d’altri tempi.

  • Castello di Biron: un incantevole mix di stili architettonici che ti porterà indietro nel tempo, quando passeggerai tra le sue sale storiche. Immagina di camminare dove cavalieri e dame hanno lasciato il loro segno, in un luogo dove ogni pietra ha una storia da raccontare. Dalle sue torri potrai godere di un panorama che ti lascerà senza fiato, con la campagna della Dordogna che si estende a perdita d’occhio.
  • Château de Beynac: se c’è un posto che ti fa sentire come in un film medievale, è proprio Château de Beynac. Arroccato su una scogliera che domina il fiume Dordogna, questo castello è una delle fortezze meglio conservate e più imponenti della regione. Mentre sali la strada ripida che porta al castello, ti sentirai come un eroe di un’altra epoca, pronto a scoprire i segreti nascosti tra le sue mura. All’interno ogni stanza racconta una parte della ricca storia della Francia, e offre viste spettacolari sulle valli sottostanti. Un consiglio dalla tua Weekendiera: non dimenticare di goderti un momento di quiete nei giardini, dove il tempo sembra essersi fermato.
  • Château des Milandes: un’altra gemma nascosta della Dordogna è Château des Milandes, situato nella graziosa Castelnaud-la-Chapelle. Questo castello non è solo un tesoro di storia, architettura e racconti di epoche passate, ma anche il punto ideale per riempirsi gli occhi dei panorami spettacolari sulla valle della Dordogna. Ho avuto il piacere di godermi queste viste da cartolina mentre assaporavo un pranzo squisito nel ristorante del castello, un’esperienza che ha reso la visita ancora più indimenticabile.
castelli dordogna

Come arrivare e come muoversi

Arrivare in Dordogna è un’avventura già di per sé. Dopo essere atterrata all’aeroporto di Bordeaux, la porta d’accesso principale per chi proviene da lontano, ho optato per il noleggio di un’auto, una scelta che si è rivelata perfetta per esplorare in libertà le meraviglie di questa regione. Il viaggio in auto è stato un piacere: lasciandomi alle spalle la vivace Bordeaux (anch’essa assolutamente da visitare!), ho preso la direzione di Biron, uno dei gioielli del Perigord Noir, raggiungibile in circa 2 ore e 30 di viaggio attraverso paesaggi che preannunciano la bellezza di questa terra.

Una volta arrivata in Dordogna muoversi in auto si è confermato l’ideale per scoprire i suoi tesori nascosti. Le strade serpeggiano tra colline, valli e castelli, offrendo a ogni curva una nuova meraviglia per gli occhi. Se preferisci lasciare l’auto a riposo, la regione offre anche incantevoli passeggiate a piedi o in bicicletta, permettendoti di immergerti completamente nel suo patrimonio naturale e culturale.

Dove dormire

Nella magica terra della Dordogna le opzioni per il pernottamento sono vastissime. Se cerchi un’esperienza autentica, i caratteristici bed & breakfast sparsi per la campagna offrono un’accoglienza calorosa e un assaggio della vita locale. Ti sveglierai con la vista di paesaggi incantevoli e potrai assaporare colazioni fatte in casa con prodotti del territorio. Se invece preferisci un tocco in più di lusso, numerosi châteaux trasformati in hotel offrono la possibilità di dormire in ambienti storici, circondati da giardini rigogliosi e con servizi di alto livello. Hai uno spirito avventuroso? I campeggi e gli agriturismi rappresentano la scelta perfetta per immergersi nella natura e nelle tradizioni di questa regione, ma sempre nella massima comodità.

Cos’altro vedere in Dordogna

Ti sto facendo venire voglia di partire? Sappi che la Dordogna non è solo castelli, c’è anche tanto altro da scoprire! È una zona che mi ha regalato davvero tante sorprese e panorami da cartolina perfetti per le foto ricordo. Ecco a te alcuni tra i luoghi che mi sono rimasti nel cuore:

  • Grotta del Grand Roc: hai mai immaginato di passeggiare in un mondo incantato, fatto di pietre che brillano come gemme? Ecco, la Grotta del Grand Roc è proprio questo: un angolo nascosto della Dordogna che ti lascia a bocca aperta. Questa grotta è un vero tesoro di stalattiti e stalagmiti che sembrano danzare insieme, creando forme incredibili. Passeggiando lungo il sentiero illuminato, ti sentirai come un esploratore in un’avventura fantastica, con la natura che si mostra in tutto il suo splendore. E poi, quella vista sulla valle della Vézère è qualcosa di speciale, credimi.
  • Montignac Lascaux: un gioiellino nel cuore del Perigord Noir. Questo borgo affascinante si apre come una porta verso il mondo antico delle pitture rupestri nelle Grotte di Lascaux.

Presso il Centro Internazionale d’Arte Parietale, una struttura avveniristica immersa nell’arte delle caverne, ti attende un’avventura unica: un viaggio attraverso fedeli riproduzioni delle Grotte di Lascaux, ormai inaccessibili per proteggere i preziosi affreschi preistorici. Il centro non è solo una meraviglia tecnologica, ma anche un trionfo dell’ingegno creativo, che ricrea l’atmosfera e lo splendore delle grotte originali.  

  • Giardini di Eyrignac: sicuramente fra i più rinomati e incantevoli giardini di tutta la Francia. Varcare i cancelli di Eyrignac è stato come entrare in un regno fatato, e fin dal primo istante mi sono sentita trasportata in una favola, un po’ come essere in Alice nel Paese delle Meraviglie!

Lasciati incantare dalle fontane danzanti, dagli specchi d’acqua che riflettono cieli sconfinati e dalle piante scultoree create dalle mani (e dalle forbici!) sapienti dei giardinieri di Eyrignac.

giardini eyrignac

Ti ho convinto a partire? Sappi che puoi farlo anche con noi di Weekend in gruppo, perché, tra le tante località, organizziamo anche weekend tra la Dordogna e Bordeaux! Clicca sul bottone qui sotto ed esplora tutti i nostri viaggi di gruppo.

Conclusioni

Ed eccoci qui, al capolinea di questo weekend da fiaba. Mi auguro di averti invogliato a esplorare i castelli e i paesaggi della Dordogna, che con i suoi racconti e i suoi panorami sembra davvero un libro di storie a cielo aperto.

Da Biron a Beynac ogni castello ha qualcosa di speciale da sussurrarti all’orecchio, ogni giardino una sorpresa nascosta da mostrarti. Un viaggio che è un susseguirsi di piccole magie, incontri inaspettati con la storia, momenti di pura bellezza che non dimenticherai, parola di Weekendiera! 

E come sempre, se hai bisogno di ulteriori consigli o informazioni, seguirmi su Instagram, dove potrai rimanere aggiornato ogni giorno sui miei weekend e sulle mie attività. 

Ricordati di iscriverti alla Newsletter, per rimanere aggiornato sulle ultime news, sui consigli di viaggio e ricevere gratuitamente la guida per i viaggiatori da weekend.

Sono qui per aiutarti a organizzare il tuo weekend perfetto, ovunque tu voglia andare.

Potresti notare che alcuni dei link presenti sono in affiliazione, ma non preoccuparti, il prezzo per te non cambia. Acquistando tramite questi link, ci aiuterai a supportare il progetto de I Weekendieri, con cui potremmo continuare a fornirti i migliori consigli per i tuoi viaggi!